Vota!

Cambogia, la Corte suprema conferma la condanna di un'attivista per il diritto alla casa

Lo scorso 7 febbraio Tep Vanny, da oltre 10 anni animatrice del movimento per il diritto alla casa in Cambogia, ha ricevuto la brutta notizia che temeva: la Corte suprema ha confermato la condanna a 30 mesi di carcere, emessa il 23 febbraio 2017 e ribadita in appello cinque mesi dopo, per “violenza intenzionale aggravata”. Tep Vanny dovrà anche risarcire con l'equivalente di circa 2500 euro i due agenti che l'avevano denunciata. Chi la conosce sa che Tep Vanny non è minimamente capace di usare (...) - Mondo / RSS,...

continua ...

Share |

Publicato da: Agoravox.it - Friday, 9 February